1622-1-capricci-lingerie-Lise-Charmel-corsetteria-intimo-donna-650.jpg
1644-2-capricci-lingerie-Lise-Charmel-corsetteria-intimo-donna-650 (2).jpg
1645-3-capricci-lingerie-corsetteria-donna-intimo-Lise-Charmel-650.jpg
1646-4-Guepiere- vintage-tulle- pizzo-ricamate-Lise-Charmel-Capricci-650.jpg
1647-5-Guepiere-pizzo- Atinea-Lise- Charmel-Capricci-lingerie-650.jpg
1648-6-Capricci-lingerie-corsetteria-vestaglia-seta-pizzo-650-.jpg

Capricci Lingerie, storia di un successo!

In un universo cannibalizzato dalle catene e dalle multinazionali, dalle produzioni in serie spersonalizzanti, da mode low cost e qualitativamente labili, chi resiste è un eroe. Lo sa bene Francesco, titolare di Capricci, boutique di lingerie selettiva, che dal 1991 in Salento continua a nuotare con stile e grazia innata in un mercato disomogeneo e in rapida evoluzione.

Il segreto è tutto nella costante osservazione del panorama, con orecchio teso a carpire mode e tendenze nel campo della lingerie e del beachwear, con stile anticipatorio e sensazionalmente unico. Inutile dire che nel corso degli anni restare a galla ha significato senza dubbio predisporre le proprie tecniche di acquisto a una versatilità senza pari, ma anche avere occhio per tutti quei brand maggiormente performanti, per rientrare nel quadro di nuovi assetti prospettici.

Restare a galla è significato confrontarsi con una valutazione continua delle nuove posizioni di forza di trendsetter e influencer, sempre più alla ribalta sui palcoscenici mediatici grazie all’ascesa vertiginosa dei social network; e ancora, è significato cercare di destreggiarsi nella lotta a una concorrenza che marginalizza il rapporto umano per privilegiare un servizio rapido, quasi automatizzato, sicuramente veloce ma senza alcuna propensione al sentimento.

Francesco si è trovato a effettuare, nel corso degli anni, operazioni incrociate di sfrondamento, riadeguamento, riposizionamento - quando ne ha intuito potenzialità - di vecchi e nuovi brand, introduzione di marchi esclusi e selettivi. L’obiettivo era quello di rafforzare ogni singolo marchio, riassestare la proposta, continuare a garantire una rosa di offerte basate su lingerie e una serie di prodotti di nicchia che nella sua boutique incarnano il concetto stesso di seduzione, qualità, stile ed estetica.

Nel contesto in cui i paradigmi con cui commercianti e distributori operano mutano come venti umorali, la forza di Francesco e della sua boutique è sempre stata quella di un’attenzione particolare alla ricerca della novità e della esclusività, per differenziarsi, certo, ma anche per vivacizzare attenzione e interesse di buyers spesso distratti e confusi dal marketing soffocante delle grandi distribuzioni.
Da qui la dedizione verso marchi esclusivi quali Chantal Thomass , di rango internazionale, di cui Capricci è unico punto vendita per Lecce, Brindisi e Taranto, Lise Charmel, Chantelle, Hom , con capi che nella maggior parte dei casi sono vere e proprie opere d’arte e soddisfano alla perfezione particolari esigenze e richieste di mercato, sempre nel pieno rispetto del rapporto qualità prezzo.

Capricci diviene così un contenitore di stili dal soffio deliziosamente attuale, che offre un sapiente mix di tendenze e si distingue per verve e intraprendenza.
Una nota è d’obbligo per enfatizzare questa storia di successo e passione: Francesco ha una filosofia con cui nessuna tecnica di marketing, nessun potenziamento delle reti di vendita, nessun neuromarketing potrà mai competere, ed è quella del cliente al centro. La forza è nell’empatia che unisce un commerciante, che è prima di tutto un uomo attento alla sua clientela, che abbraccia e intuisce sin da subito esigenze, problematiche, richieste e le colma con un sorriso aperto e sincero.